Sara Barcella in un tipico Pumpkin Patch
Sara Barcella in un tipico Pumpkin Patch

Passare Halloween negli States è stata una cosa pazzesca. In generale passare l’autunno qua è tutta un’altra atmosfera, ma questa festa è particolarmente sentita e mi sono divertita un sacco!

Tutto comincia con il Pumpkin Patch, dove si va solitamente per raccogliere le zucche. Solitamente questi Pumpkin Patches sono immensi, con campi pieni di zucche e a volte anche il Corn Maze, ovvero questo labirinto di grano da cui devi cercare di uscire. Il Pumpkin Patch a cui sono andata io era enorme, con un sacco di giochi e attività interessanti.

Ho passato una bel pomeriggio con la mia famiglia ospitante, giocando come una bambina di 10 anni, e verso la fine, con il tramonto alle nostre spalle, abbiamo scelto le nostre zucche preferite dal campo e le abbiamo portate a casa. Qualche giorno dopo abbiamo intagliato e decorato le nostre zucche, io ho cercato di fare il gatto di Alice nel Paese delle Meraviglie, e devo dire che per essere la mia prima volta ero soddisfatta. Tutti i nostri capolavori sono poi finiti sul portico di casa, creando la giusta atmosfera.

Ma ora passiamo alla parte migliore… HALLOWEEN!

La mattina di Halloween è stata caotica, tra la mia sorellina che mi chiedeva aiuto con il suo vestito da Jasmine e la mia mamma ospitante che non voleva più vestirsi da hot dog come aveva previsto ahah! Caotica , ma divertente.

Dopo scuola sono andata a casa di corsa per prepararmi per la serata. Con i vicini di casa abbiamo scelto un tema per travestirci tutti insieme, il quale è stato Harry Potter, dato che sia io che la mia vicina di casa siamo delle grandi fan! Era da circa un mesetto che stavamo lavorando sui nostri costumi e devo dire che abbiamo fatto un gran bel lavoro. Io ero travestita da Luna Lovegood, con parrucca e occhiali, avevamo un Hagrid, Bellatrix, Ginny, Harry, Hermione, un dissennatore e pure Edvige!

Halloween a tema Harry Potter
Halloween a tema Harry Potter

Con cioccolata calda e borse pronte per essere riempite abbiamo iniziato il nostro trick or treat per i quartieri, su una specie di carro tutto illuminato trainato da un truck. Ero un po’ imbarazzata perché solitamente le ragazze di 16 anni non fanno più dolcetto o scherzetto, ma io e la vicina di casa ci siamo divertite in ogni caso e non potevo di certo tirarmi indietro in questa grande classica tradizione!

L’aria che si respirava era particolare, sembrava di essere in un vero film ed è stato esattamente come ce lo immaginiamo. C’erano decorazioni fuori da tutte case, scheletri, zucche, ragni enormi, fantasmi, ma soprattutto bambini che correvano di qua e di là. Ognuno con i propri sacchettini pieni di dolci e le loro maschere in giro per i quartieri tutti illuminati. E stata davvero una bella esperienza ed ho raccolto un sacco di dolci ( tanto perché non sto ingrassando abbastanza).

Ma non è finita qua!
Dopo il trick or treating, sono andata in una casa infestata con alcuni amici. Qui ce ne sono parecchie e sono abbastanza popolari. Dato che in Italia le case infestate sono rare, e non essendoci mai stata prima, ero convinta fosse una cosa per i bambini. Mi avevano avvisato prima di entrare che sarebbe stato pauroso ed infatti…
All’interno era come un labirinto, tutto buio e con gente che spuntava da tutte le parti per spaventarti. Eravamo tutti abbracciati ed io non smettevo di urlare… Ad un certo punto siamo corsi fuori, gridando, inseguiti da un uomo con la motosega! E’ stato divertentissimo e sicuramente l’attività perfetta per concludere il PERFETTO HALLOWEEN.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here